Blog - Elezioni Comunali 2016 Latisana

 

Rubriche

ChiudiAmbulanti, abusivi, clandestini

ChiudiCasa di Riposo Umberto I di Latisana

ChiudiComunicati stampa FI.Latisana

ChiudiContributi sociali alle Ass/ni

ChiudiElezioni Comunali 2016 Latisana

ChiudiLa Politica PD. della Regione Friuli v.g.

ChiudiLatisana e Ambiente

ChiudiNoi Siamo La LegaNord

ChiudiPartiti Politici-movimenti- e civiche

ChiudiPatrie dal Friûl

ChiudiPolitica Nazionale

ChiudiPolitica Regionale

ChiudiPolitica e Comune

ChiudiProfughi e accoglienza

ChiudiSanità del Friuli i nostri Ospedali

ChiudiSicurezza Tagliamento a Latisana

ChiudiStrade-Circolazione-viabilità-Variante

ChiudiTanto per ridere

ChiudiTanto per ridere.

ChiudiTutto su M5S

Chiudisicurezza e protezione proprietà privata


Post sul Blog
Ultimi commenti

Elezioni Comunali 2016 Latisana

Con Rinnoviamo Latisana la nostra città tutto alle moschee  -  da Valvasev

Con Rinnoviamo Latisana ??? La civica sostiene la candidatura a sindaco di Daniele Galizio e critica Benigno «Il centrodestra è ripiegato sui propri interessi e ha fallito su tutti i fronti»

LATISANA. Con l’annuncio della candidatura a sindaco dell’uscente Salvatore Benigno, entra nel vivo la campagna elettorale nella cittadina della Bassa friulana. Anche se, fra i due opposti schieramenti che finora hanno rotto gli indugi, il centrodestra con Benigno e il centrosinistra che già da alcune settimane ha lanciato il candidato, Daniele Galizio, potrebbe arrivare il terzo “incomodo”, perché sembra che anche il Movimento 5 stelle abbia intenzione di presentare un proprio candidato sindaco, da sostenere, com’è d’abitudine per i pentastellati, in modo autonomo e senza apparentamenti.

L’annuncio da parte di Forza Italia, Lega Nord e della lista civica Il Ponte, tutte in appoggio a Benigno, ha provocato la reazione del gruppo Rinnoviamo Latisana che in una nota definisce lo schieramento contrapposto «fallimentare e con personaggi che cambiano bandiera a seconda dei propri interessi e non per il bene di Latisana e dei suoi cittadini».

E il primo a essere attaccato è proprio il coordinatore della civica, Ezio Simonin, che «a fine novembre aveva siglato con le liste che oggi appoggiano la candidatura di Daniele Galizio, un accordo a favore della discontinuità e del rinnovamento, per costruire un’alleanza alternativa all’attuale amministrazione, proprio per i demeriti di quest’ultima – scrive Rinnoviamo Latisana – e la stessa Micaela Sette, (coordinatore di Forza Italia e in quanto tale firmataria dell’accordo del centrodestra), durante la scorsa tornata elettorale, aveva pubblicamente attaccato Simonin. Già da questo si comprende la reale situazione del centrodestra, da molti anni diviso a Latisana. Tanto che Un’Altra Latisana, è attualmente impegnata con noi e il nostro candidato sindaco Daniele Galizio, in una coalizione civica alternativa, per un progetto che vede presenze trasversali, accomunate dalla volontà di cambiare rotta rispetto a vent’anni di fallimenti, che hanno portato Latisana al totale isolamento dalla Regione».

Il gruppo di Rinnoviamo Latisana, che dopo la sospensione del Punto nascita dell’ospedale cittadino, ha preso le distanze dal Pd regionale restituendo le tessere, critica l’operato di Benigno e della sua maggioranza: «I fallimenti dell’amministrazione uscente sono sotto agli occhi di tutti, dai mirabolanti progetti mai realizzati, ai 22 negozi del centro, chiusi, alla perdita dell’Agenzia delle Entrate e del Catasto. Un discorso a parte merita il Punto nascita: noi come i cittadini, ci chiediamo cosa sia stato in grado di fare Benigno, sia nel momento in cui ci fu la delibera del centrodestra di Tondo, che ne decretò la chiusura, sia in questi ultimi due anni, in cui non è stato capace di porre in essere nessuna azione concreta per difendere l’ospedale».

La battaglia ha quindi inizio: «Non temiamo il nostro avversario – dicono ancora da Rinnoviamo Latisana –, noi rappresentiamo persone con sensibilità e culture differenti, riunitesi da tempo per ricompattare una comunità divisa e per rilanciare una cittadina in decadenza, con la collaborazione di quanti vogliano contribuire in maniera costruttiva al di là dei soliti giochi di palazzo e al di là dei soliti volti noti».

FONTE: MessaggeroVeneto 04 Aprile 2016


Pubblicato il 05/04/2016 @ 16:33  
Tutti i Post  Anteprima di stampa  Stampa pagina 


Commenti


Commento n. 1  -   da  valvasev il 05/04/2016 @ 17:00

Ma proprio questi devono parlare: "e con personaggi che cambiano bandiera a seconda dei propri interessi" ?? Vorrei ricordare a questi signori cosa siano le Liste Civiche ed i contenuti da riciclo esistenti in queste liste. NOI siamo Noi ...  e siamo sempre quelli, e la Bandiera non e cambiata specialmente la mia. Che poi ci sia qualcuno che nel frattempo abbia messo giudizio e abbia ripensato alle cazzate fatte in passato, e si sia  rimesso sulla strada giusta, non può essere che ben accolto. a tutti può capitare di sbagliare ma ravvedersi e segno di maturità.

Archivi
09-2020 Ottobre 2020 11-2020
L M M G V S D
      01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
Blog degli amici
 
^ Torna in alto ^