Menù Principale

La nostra Sezione

Liste Candidati

Statuto e Documenti

Risultati Elettorali

Serv.Utili - WEB-TV

Latisana in Rete

Comune di Latisana

Gli Eventi a Latisana

Pubblicità

altri miei Siti !
anclignano pertegada calcio yorkshire susy isolajava LegaNord Latisana

Don.Severino Valvason
il vostro Webmaster

Lascia un commento
Entra in Chat
Slide - GallerY

RSS. dei amici
Benvenuto su Lega Nord sezione di Latisana (UD)

Lega Nord Latisana (UD)
 
ultimi 5 news


Aprilia marittima nautilia-2018Aperto il tradizionale salone dedicato alla nautica, visitatori da tutta l’Alpe Adria Il sindaco Galizio: ad Aprilia Marittima serve una riqualificazione urbanistica

LATISANA
Non un passatempo per pochi, ma un prezioso indotto economico per molti, in grado di attirare in Friuli Venezia Giulia numerosi visitatori da tutta l’Alpe Adria, con importanti ricadute di crescita e occupazionali.

Si può sintetizzare così il ruolo della nautica da diporto immaginato ieri dal Governatore della Regione, Massimiliano Fedriga che, ospite d’onore al taglio del nastro della 31esima edizione di Nautilia, ha ribadito l’impegno a favore di uno sviluppo turistico regionale, «di un territorio dalle peculiarità uniche che non sono in concorrenza fra loro, ma complementari».

«La crescita di presenze turistiche che stiamo registrando è legata a una situazione geo politica che ci favorisce – ha detto Fedriga – nostro compito è quello di fidelizzare il turista: il pubblico non può sostituirsi al privato ma può agevolarne gli investimenti. Proprio com’è accaduto per esempio con il dragaggio del canale Coron, il cui merito però – ha voluto rimarcare Fedriga – è del direttore centrale delle infrastrutture, Magda Uliana, che ha svolto un lavoro non facile».

Rimarcando la soddisfazione legata alla presenza del Governatore e salutando la platea di ospiti (l’onorevole Walter Rizzetto, l’assessore regionale, Alessia Rosolen e i consiglieri regionali Mauro Di Bert, Maddalena Spagnolo e Simone Polesello e , Eugenio Toso, presidente dell’Ente Fiera Cantieri di Aprilia Marittima, ideatore di Nautilia, ha parlato della necessità di un ricambio generazionale: «Dopo un decennio di crisi la nautica è cautamente in ripresa, ma siamo defraudati almeno di una generazione di utenti e il nostro maggior impegno ora consiste nel recuperarne altre».

E come ricordato dal presidente, Flavio Caramia, l’attività del Circolo Nautico va proprio in questa direzione, con la promozione di una serie di iniziative per un avvicinamento corretto e sotto certi aspetti educativo, dei ragazzi al mondo del mare.Infine, il sindaco di Latisana, Daniele Galizio: «Dobbiamo pensare alla riqualificazione urbanistica di Aprilia Marittima, creando ulteriori punti di attrazione turistica da affiancare alla nautica e della nuova area artigianale possibile con un rafforzamento dell’intesa con Marano».

FONTE: MessaggeroVeneto - 14 Ottobre 2018


... / ... Leggi il seguito


sentinelle-del-verde Latisana: il Comune istituisce una squadra per i controlli nei parchi cittadini

Vere e proprie sentinelle del verde, pronte a entrare in azione quando nelle aiuole e nei parchi cittadini l’erba diventa alta. Sono i quattro operatori entrati in servizio in questi primi giorni di giugno nell’ambito del progetto dei Cantieri Lavoro, ai quali anche quest’anno il Comune di Latisana ha deciso di aderire, creando così la doppia finalità di garantire un’occupazione, seppur temporanea, a delle persone senza lavoro e senza ammortizzatori sociali e di perseguire una cura e un miglioramento dell’ambiente del territorio comunale, con particolare riguardo alla manutenzione di parchi e giardini pubblici. I quattro operatori sono stati individuati sulla base dei risultati del bando emesso un paio di mesi fa e dopo una breve preparazione tecnica, da qualche giorno hanno iniziato a svolgere la loro attività come manutentori del verde pubblico, procedendo con la sistemazione di siepi, la potature di piccoli arbusti, lo sfalcio dell’erba e la pulizia delle aree verdi, delle frazioni.

Due si occuperanno delle zone a sud del capoluogo, Pertegada, Bevazzana e Aprilia Marittima e altri due saranno le sentinelle delle frazioni di Gorgo e di Latisanotta. Mentre la manutenzione delle aree verdi del centro di Latisana e della borgata di Paludo restano in capo al personale dei servizi esterni del Comune. «In questo modo cerchiamo di affrontare il problema della manutenzione del verde, in un territorio di quasi 38 chilometri quadrati e di conseguenza non facile da gestire – commenta il sindaco di Latisana, Daniele Galizio – l’idea suggerita dal consigliere delegato ai servizi esterni, Loris Piccotto, mi è parsa subito spendibile; avere a disposizione degli operatori che hanno il solo compito di vigilare sullo stato del verde pubblico e di intervenire non appena si renda necessario, ci permette di dare risposte tempestive alle segnalazioni che ci arrivano dai cittadini.

Allo stesso tempo – aggiunge il sindaco – diamo un’opportunità lavorativa seppure contenuta in pochi mesi, a delle persone che non hanno nessun tipo di ammortizzatore sociale e sono anche in un’età in cui è davvero difficile trovare una nuova occupazione».

Quattro posti di lavoro offerti dal Comune di Latisana ad altrettanti disoccupati che per sei mesi saranno alle dipendenze dell’ente locale: la Regione contribuisce alla spesa con un finanziamento pari al 100% dell’indennità giornaliera (di poco superiore ai 50 euro) e alla copertura totale dei costi per il trattamento previdenziale, assistenziale e assicurativo.

FONTE: MessaggeroVeneto - 07 Luglio 2018


... / ... Leggi il seguito


raccolta-di-firme-per-l-asilo LATISANA. Una grave mancanza non esser stati presenti alla consegna della petizione, firmata da più di mille persone preoccupate per le sorti della scuola per l’infanzia di Latisanotta. A giudicare in questi termini l’assenza del sindaco di Latisana, Daniele Galizio e di qualsiasi altro rappresentante della maggioranza in sua sostituzione, quando i genitori dell’asilo Don Baradello si sono presentati in Comune per la consegna della raccolte di firme, sono i consiglieri comunali capigruppo del centrodestra di Latisana, Lorenzo Petiziol per la Lega Nord, Lanfranco Sette per Fratelli d’Italia, Sandro Vignotto per Forza Italia ed Ezio Simonin per la lista civica Il Ponte, nel testo di un documento dove, ribadendo l’ampio consenso popolare avuto dalla raccolta di firme pro asilo «sintomatico – scrivono – del malcontento generale», criticano l’assenza dei rappresentanti dell’amministrazione comunali. «Benchè i rappresentanti dei genitori avessero annunciato per tempo la loro presenza e richiesto di essere ricevuti dal sindaco per ufficializzare quella consegna, ad accogliere quei cittadini in municipio non c’era nessun rappresentante dell’amministrazione comunale. Nè il sindaco, Daniele Galizio, sempre più spesso assente dal Comune anche il mercoledì che è la giornata riservata proprio agli incontri con i cittadini, né nessun assessore o consigliere comunale che il sindaco avrebbe potuto delegare, sapendo in anticipo di non esserci.

L’aver ignorato dei cittadini che in quel momento rappresentavano più di mille persone è una grave mancanza da parte dell’amministrazione». Una raccolta di firme – precisano ancora – avviate per avere dal Comune una risposta circa i criteri usati nella distribuzione dei fondi.

FONTE: MessaggeroVeneto - 27 Giugno 2018


... / ... Leggi il seguito


Sicurezza idraulica, il Veneto interviene a valle del Tagliamento
Mora attende il Fvg perchè si attivi a monte del fiume


tagliamento Nei giorni scorsi è stato registrato da parte della giunta regionale del Veneto l’impegno di spesa e avviata la progettazione per un intervento di messa in sicurezza idraulica del basso corso del fiume Tagliamento. In questa fase si tratta di un primo stralcio con cui si prevede la diaframmatura in destra idrografica finalizzata alla difesa di San Michele al Tagliamento, al confine quindi tra il Veneto e il Friuli Venezia.


tagliamento A darne notizia è stato l’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Giampaolo Bottacin sottolineando come “la disponibilità economica per avviare questi lavori, che complessivamente avranno un valore di quasi quindici milioni di euro, nasce da una lunga dialettica che avevo avviato gli scorsi anni col Ministero dell’Ambiente e che ci ha permesso di arrivare a un atto integrativo all’interno della programmazione degli interventi prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico, in cui è stato inserito anche il Tagliamento”.
Soddisfatto per questo intervento il Consigliere regionale portogruarese Fabiano Barbisan che, riprendendo quanto rimarcato dallo stesso assessore.


tagliamento Ha rilevato che “gli interventi sul Tagliamento sono particolarmente importanti e indispensabili per la sicurezza dei territori contigui al Tagliamento ma a questo punto fondamentale sarà lavorare in sinergia con la Regione Friuli Venezia Giulia, in quanto sarebbe del tutto inutile se si procedesse solo con degli interventi a valle poiché insufficienti a prevenire il rischio di esondazioni. L’acqua, lo ricordo spesso, non segue i confini amministrativi e quindi è indispensabile la massima collaborazione tra enti”.
Per la progettazione gli uffici regionali del Veneto stimano di poter concludere tale fase per la fine dell’anno, così da avviare poi l’appalto dei lavori nel primo semestre 2019.


tagliamento Sul fronte friulano è la neo consigliera regionale di Latisana, Maddalena Spagnolo, autorevole esponente della Lega, a “raccogliere” quanto rilevato dal Veneto, condividendo appieno la necessità che vengano attivati al più presto gli interventi necessari per sistemare il Tagliamento anche a monte, dalla parte cioè del Friuli Venezia Giulia.
Al riguardo, di recente, in occasione di una esercitazione della protezione civile tenutasi con base a Latisana,era stato il sindaco della cittadina friulana Daniele Galizio a ribadire al Vicepresidente della Regione con Delega alla Protezione Civile Riccardo Riccardi e all’Assessore all’Ambiente e alla Protezione Civile della Regione Veneto, Gianpaolo Bottacin, “la necessità di eseguire le opere a monte del fiume, che interessano sia Latisana che San Michele.”


tagliamento tagliamento “La messa in sicurezza del Tagliamento, infatti, si raggiungerà – aveva sottolineato il sindaco- solamente nel momento in cui verranno realizzate le opere di laminazione delle piene del medio corso del fiume.”
Questi interventi erano già stati inseriti e finanziati nel Piano stralcio per la sicurezza idraulica del medio e basso corso del fiume Tagliamento, approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri il 28 agosto 2000, ma fino a oggi la Regione Friuli Venezia Giulia ha utilizzato i fondi stanziati per realizzare opere sul basso corso del fiume, nonostante l’azione unitaria dei Comuni di Latisana e San Michele al Tagliamento a favore della realizzazione delle opere a monte“.

Lucio Leonardelli

FONTE: www.ilsestantenews.it - 22 Giugno 2018


... / ... Leggi il seguito


arrivano-i-vigilantes-contro-i-furti Latisana: il Comune li “ingaggia” con ronde di notte anche per fermare i furbi dei rifiuti

Vigilantes in ronda notturna contro gli abbandoni dei rifiuti e come deterrente a furti in case, negozi e aziende. L’idea è del Comune di Latisana che ha già preso contatti con alcune società specializzate nella vigilanza privata, per arrivare a sottoscrivere una convenzione per un servizio di pattugliamento notturno, dalle 22 alle 7, nella stessa fascia oraria in cui gli agenti della polizia locale non possono essere in servizio. Un servizio che nelle intenzioni dell’amministrazione comunale va inteso anche come un supporto alla già preziosa attività messa in atto dalle forze dell’ordine.

Una sperimentazione di un paio di mesi, legata ai costi da sostenere, nata dall’esigenza di porre un definitivo freno allo sconsiderato abbandono dei rifiuti lungo strade e marciapiedi del territorio comunale. L’attività di contrasto è già stata avviata da qualche mese e con buoni risultati con l’introduzione delle foto trappole che hanno già portato all’identificazione e alla conseguente emissione delle sanzioni previste, a carico di alcuni autori di tali azioni. Il pattugliamento da parte della società di vigilanza privata avverrà nelle cosiddette zone sensibili, cioè nelle località dove l’abbandono dei rifiuti è più frequente, in particolare nella zona di Bevazzana e Aprilia Marittima. Ma il passaggio dell’auto della vigilanza - nelle intenzioni dell’amministrazione di Latisana guidata dal sindaco Daniele Galizio - sarà esteso un po’ a tutto il territorio comunale, come deterrente alle azioni di microcriminalità. La ronda nelle vie e piazze del centro anche dove hanno sede le attività commerciali e nella zona artigianale potrebbe infatti scoraggiare eventuali azioni delittuose, come furti e danneggiamenti.

Da parte degli uffici comunali interessati dalla procedura è in corso un’analisi della fattibilità del progetto; una volta conclusa, la sottoscrizione dell’apposita convenzione darà il via al servizio di pattugliamento e quindi alla presenza della vigilanza notturna nelle strade del territorio comunale. La fase sperimentale – confermano in Comune – molto probabilmente durerà un paio di mesi al massimo, alla fine dei quali una valutazione dei risultati raggiunti darà o meno la motivazione a ripetere il servizio che all’inizio avrà una copertura di otto ore, dal quando termina il servizio del personale della polizia locale a quando riprende la mattina successiva.


FONTE: MessaggeroVeneto - 21 Giugno 2018


... / ... Leggi il seguito


 
ultimi 7 post sul Blog

Conferenza dei capigruppo: il Comune chiude le porte - da Valvasev

conferenza-dei-capigruppo LATISANA:
Lo ha deciso il consiglio modificando lo statuto. Resta la question time Il sindaco Galizio: evitiamo la spiacevole conseguenza di trovarci sulla stampa

Riunione di capigruppo a porte chiuse. Ma lo vuole solo la maggioranza, con un voto separato da tutto il resto del documento che modifica il regolamento dei lavori del consiglio comunale di Latisana. Un voto a parte, quello espresso in consiglio, per una vicenda che ha visto la netta contrarietà di Lega Nord e della civica Il Ponte, soprattutto per le motivazione addotte dal sindaco Daniele Galizio: evitare la «spiacevole conseguenza» (così l’ha definita) di trovare riportato sulla stampa ciò che viene detto durante la capigruppo

«Inaccettabile – ha detto il giornalista Lorenzo Petiziol capogruppo della Lega Nord – a difesa e tutela dell’informazione delle quale faccio parte l’estromissione della stampa dalla riunione di capigruppo; per altro un atteggiamento che stride con gli slogan elettorali di questa maggioranza, trasparenza contro sotterfugio e partecipazione contro esclusivismo»

«Da parte mia c’è la necessità e la volontà di poter discutere su determinati temi anche in modo acceso, senza poi trovarmi sulla stampa», ha motivato Galizio la scelta di chiudere le porte della capigruppo, spiegando che era stata un’approfondita lettura del regolamento da parte del Movimento 5 Stelle «a cambiare un uso senza cambiare le regole».

Galizio ha voluto ricordare «ai paladini della trasparenza» che nelle due città principali del Paese amministrate dal 5 Stelle la riunione dei capigruppo si svolge a porte chiuse. Fuori dalla porta l’informazione ma anche e soprattutto i cittadini, che non potranno più presenziare al momento di confronto politico più importante fra le forze elette a rappresentarli.

Sull’altra questione che aveva nettamente diviso maggioranza e minoranza, ovvero la cancellazione delle questioni di attualità in apertura di consiglio, il sindaco con la contrarietà di alcuni suoi alleati, ha deciso un dietro front che lui ha chiamato apertura, accettando la proposta delle forze di minoranza di mantenere lo spazio riservato ai consiglieri per le loro domande, purché le stesse siano scritte e depositate 48 ore prima della seduta in aula. Anche la risposta da parte degli amministratori sarà scritta e ci sarà un verbale su quanto detto.

FONTE: MessaggeroVeneto - 28 Ottobre 2018
LEGGI anche: Il comune cambia regolamento - MV. 18-10-2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 14/11/2018 @ 03:05  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Incontri sulle scuole con Maddalena Spagnolo - da Valvasev

incontri-sulle-scuole-con-maddalena-spagnolo SAN GIORGIO DI NOGARO: Vertice sulle scuole tra il consigliere regionale Maddalena Spagnolo, il sindaco Roberto Mattiussi e la dirigente scolastica Caterina Nattucci. La serie di incontri con i dirigenti scolastici delle scuole della Bassa friulana del consigliere regionale si è aperta martedì a San Giorgio, dove si è parlato delle opere di miglioramento antisismico dell’edificio delle medie “N. Sauro”, ancora in attesa di copertura economica.

incontri-sulle-scuole-con-maddalena-spagnoloSi è anche parlato del tempo prolungato, richiesto dai genitori, che è in fase di valutazione. Gli incontri proseguiranno domani con i dirigenti scolastici di Latisana e Lignano. «L’obiettivo è verificare le urgenze e prendere contatti con le scuole del territorio», ha precisato il consigliere regionale Spagnolo.

FONTE: MessaggeroVeneto - 03 agosto 2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 20/10/2018 @ 02:14  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Nuovo piano viabilità per la sicurezza di ciclisti e pedoni - da Valvasev

LATISANA:
Un progetto di sicurezza a favore principalmente di pedoni e biciclette con attraversamenti pedonali sopra a dissuasori di velocità rialzati e più in generale un miglioramento del sistema della viabilità, reso più efficace dall’introduzione di limiti di velocità a 30 chilometri orari in diverse zone del centro e da un progetto di nuova illuminazione a Led che inizierà da piazza Indipendenza

L’amministrazione comunale di Latisana intende avviare una campagna di sicurezza cominciando dall’uniformare gli attraversamenti pedonali del centro storico cittadino, alcuni dei quali tristemente famosi per esser stati negli anni teatro di investimenti più o meno gravi, proprio per la loro posizione su strade provinciali e statali, ad alta percorribilità e soprattutto ad alta velocità. Via Vendramin e via Sottopovolo i due tratti urbani della Strada Statale 14, via Egregis Gaspari e via Roma lungo la Strada Provinciale 7 sono i primi punti dove il Comune – ci spiega l’assessore ai lavori pubblici Ferruccio Casasola – intende intervenire realizzando degli attraversamenti pedonali rialzati, integrando quelli in zone buie con illuminazione a Led; dei leggeri dossi a norma da prescrizioni del Codice della Strada, per imporre un rallentamento ai mezzi in transito.

Le strisce pedonali oggetto di intervento (finanziato con una quota di avanzo) sono quelle davanti alla Galleria Mauro e al bar Gambrinus lungo via Vendramin, davanti alla scuola dell’infanzia e all’intersezione con via Risorgimento per quanto riguarda via Egregis Gaspari e all’uscita della pista ciclabile di via Viola per l’altro tratto di Sp 7 che in località Latisanotta prende il nome di via Roma.

«L’intervento sugli attraversamenti pedonali del centro storico – prosegue l’assessore ai Lavori pubblici – sarà in futuro integrato dall’introduzione di “zone 30” contro gli attuali 50 previsti dal codice della strada ove non meglio precisato, in parte del centro storico, in particolare nelle zone frequentate dalla comunità, scuole, chiese, cimiteri, giardini pubblici, teatro e impianti sportivi». «Questo comporterà una revisione dell’attuale piano del traffico – commenta infine Casasola –, l’inserimento di nuove segnaletiche orizzontali e verticali, ma anche interventi di competenza urbanistica e di polizia municipale, il tutto comunque finalizzato a una riqualificazione a basso impatto per elevare gli standard di sicurezza stradale, a vantaggio dei cosiddetti utenti deboli della strada»

FONTE: MessaggeroVeneto - 19 Agosto 2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 20/08/2018 @ 22:43  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

L’ospedale è sotto organico: soluzione-tampone per agosto - da Valvasev

ospedale-e-sotto-organico Maddalena Spagnolo, consigliere regionale della Lega, incontra i lavoratori Due medici garantiranno turni e ferie. «Ma il problema è stato solo rinviato»

LATISANA: C’erano rappresentati del Pronto Soccorso, del reparto di ginecologia, dell’otorino, dell’oncologia e del servizio di dialisi. E in generale, attraverso un esponente del sindacato, c’era un po’ tutto il personale medico dell’ospedale di Latisana. Anche se alla fine l’invito a partecipare a un incontro nel quale illustrare tutto ciò che non va nei vari reparti per trovare assieme una soluzione lo hanno raccolto solamente una piccola parte degli operatori. Di sicuro erano rappresentati i reparti e i servizi che più di tutti hanno subito le conseguenze della riforma sanitaria regionale e delle incertezze create con alcuni provvedimenti, Area d’emergenza e dipartimento materno infantile in primis. Ma anche l’anestesia senza un primario (in un ospedale di riferimento aziendale per la chirurgia maggiore) e con solo 4 medici su due presidi.

Se è notizia di ieri la soluzione-tampone trovata dall’Azienda sanitaria 2 Bassa Friulana Isontina con due medici che almeno per il mese di agosto garantiranno al personale del Pronto Soccorso i turni e i periodi di ferie, il problema è solo spostato più in là di qualche settimana – hanno commentato gli operatori presenti all’incontro promosso dal consigliere regionale Maddalena Spagnolo (Lega) – e comunque permangono situazioni critiche riferite all’anestesia e al servizio di dialisi (presente a Latisana ma sotto organico).

Dal sindacato qualche numero per comprendere meglio la situazione: un’eccedenza annua di 4.000 ora in medicina (addirittura 6.000 in chirurgia) che vogliono dire una carenza costante di circa tre medici per reparto. E ad aggravare la situazione al Ps c’è anche un aumento degli accessi in codice bianco, effetto di una carenza di servizi territoriali che stando alla riforma regionale avrebbero dovuto garantire i medici di base.

Serve un incentivo a chi c’è, perché resti e a chi potrebbe arrivare, perché partecipi ai concorsi. Come? «Stabilendo con chiarezza il ruolo dell’ospedale di Latisana – ha detto Spagnolo – e ciò probabilmente accadrà a inizio ottobre quando la giunta regionale prenderà in esame una prima modifica alla legge di tre anni fa». «Fino a poco più di due anni fa l’ospedale di Latisana presentava tra le eccellenze proprio l’area di emergenza e il pronto soccorso, con un buon organico di medici e soprattutto una grandissima qualità – ha ricordato - sappiamo tutti che l’attuale situazione non nasce oggi dalla semplice carenza di medici, ma affonda le proprie radici nella scellerata scelta di indebolire l’ospedale di Latisana.

E non è possibile sopperire alle carenze ricorrendo alle cooperative, non è indice di buona organizzazione. Chi in passato ha protestato – ha voluto sottolineare la Spagnolo a margine dell’incontro riferendosi ai medici del Ps che due anni fa avevano sottoscritto una lettera per segnalare la carenza nell’organizzazione – è stato ripagato con ostilità».

FONTE: MessaggeroVeneto - 02 Agosto 2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 03/08/2018 @ 15:36  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Dalla Lega Fvg arriva il “no” all’arrivo dei richiedenti asilo. - da Valvasev

no-arrivo-dei-richiedenti-asilo Dalla Lega Fvg arriva il “no” all’arrivo dei richiedenti asilo a Interneppo di Bordano
“Il vento è cambiato in tema di immigrazione, sia a livello nazionale sia regionale: Interneppo non sarà il primo Centro di accoglienza straordinaria dell’era Fedriga”.

Le dichiarazioni in tal senso arrivano da diversi esponenti della politica regionale, a partire dal vicepresidente del Consiglio, Stefano Mazzolini, con l’assessore Barbara Zilli e il capogruppo consiliare della Lega Mauro Bordin, a cui si uniscono i colleghi Danilo Slokar, Maddalena Spagnolo e Leonardo Barberio, nonchè il capogruppo consiliare di Forza Italia, Piero Mauro Zanin.

I referenti del Comitato spontaneo di Bordano e della frazione Interneppo, 120 abitanti e una sola struttura alberghiera che dovrebbe ospitare dai 10 ai 30 richiedenti asilo, hanno ricevuto forti rassicurazioni sul fatto che difficilmente le loro comunità saranno interessate dall’arrivo di richiedenti asilo.

A tal proposito, Mazzolini afferma che “è sempre importante sostenere chi sceglie questo tipo di protesta, soprattutto perché è anche grazie a questa iniziativa che, fino ad oggi, sono stati messi dei freni a un’accoglienza dannosa per il territorio. Fortunatamente – chiosa il consigliere – il vento in Italia e in Friuli Venezia Giulia sta cambiando e l’accoglienza, nella nostra regione, è praticamente terminata”.

Anche il capogruppo leghista Bordin ha precisato che “la nostra linea in materia di immigrazione è molto chiara, per questo ritengo che né a Bordano né a Interneppo debbano arrivare dei richiedenti asilo. Grazie al Governo nazionale e regionale, la linea è quella di bloccare ulteriori arrivi e di verificare preliminarmente all’accoglienza, lo status di profugo dei migranti. Come prima cosa dobbiamo governare il fenomeno e su questo il nostro impegno è massimo”.

Della medesima linea anche gli altri tre consiglieri della Lega e l’assessore Zilli, che pongono l’accento sul fatto che laddove i cittadini si sono fatti sentire e hanno protestato contro l’arrivo di richiedenti asilo, poi sono riusciti a ottenere ottimi risultati.

FONTE: studionord.news - 7 Luglio 2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 17/07/2018 @ 17:54  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

LATISANA. Spagnolo (Lega): “Nessuna lezione dal Pd sul Punto nascita” - da Valvasev

LATISANA. Spagnolo (Lega): “Paradossale che il segretario regionale del PD impartisca lezioni di sanità dopo cinque anni di governo, soprattutto su Latisana dove sono state assunte scelte politiche in tema di Punto nascita lontanissime dalle esigenze territoriali”. Il consigliere regionale della Lega Maddalena Spagnolo non ci sta e ribatte al Segretario dem Spitaleri sul Punto nascita di Latisana “I disastri in tema di sanità della scorsa amministrazione regionale sono davanti agli occhi di tutti. La pesante eredità emerge evidente anche dai numeri. Nella relazione “Controllo sulla gestione afferente al settore della sanità regionale anni 2014-2017?, depositata dalla Sezione di Controllo della Corte dei Conti Fvg si legge: «un quadro preoccupante di funzionalità del governo regionale, in parte anche dovuto a un sistema informatico carente nel reperire e garantire i dati necessari per svolgere un’efficiente attività di governo, di controllo di gestione e monitoraggio delle attività nel complesso sistema sanitario» e ancora «Alla scarsità di informazioni si aggiunge l’analisi di un’attività di controllo e vigilanza direzionale, esercitata a livello direzionale regionale e a livello aziendale, che presenta delle criticità sia in termini di sostanziale incidenza effettiva sull’andamento della governance sanitaria, sia in termini di miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dei servizi erogati».

La manovra di assestamento di bilancio ammonterà a circa 40 milioni di euro” spiega Spagnolo “e sarà dedicata quasi esclusivamente alla copertura di falle presenti nel servizio sanitario regionale. In questo quadro risulta quindi necessario intervenire subito sui fattori strutturali: le risorse finanziarie, il modello organizzativo, il ritardo tecnologico ed approfondire debitamente gli interventi puntuali da effettuare sui servizi e sulle strutture, che coinvolgono naturalmente anche il punto nascita e la pediatria, con il reparto materno infantile, dell’Ospedale di Latisana.

Rimane obiettivo della Lega assicurare la continuità assistenziale per evitare inspiegabili spostamenti a Palmanova; l’Ospedale di Latisana, dotato di nuove sale parto integrate con le sale operatorie per le urgenze ostetriche dell’ospedale e del nuovo reparto Materno Infantile, dovrà servire al meglio un territorio vasto e popoloso, che comprende anche Lignano e Bibione. “Non si può inoltre” conclude Spagnolo “non tenere conto delle difficoltà di spostamento decisamente peggiorate dai lavori sulla Terza Corsia.”

FONTE: bassaparola.it - 12 Luglio 2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 13/07/2018 @ 00:57  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Punto nascita chiuso, Riccardi: "Prima di decidere ascolteremo il territorio - da Valvasev

punto-nascita-chiuso-riccardi-dateci-il-tempo Intervento del vicepresidente del Fvg al vertice convocato dal sindaco Galizio «È fondamentale ascoltare prima il territorio per ridefinire il sistema sanitario»

LATISANA. Un paio di mesi per completare la fase conoscitiva e di ascolto del territorio e arrivare a una ridefinizione della governance del sistema sanitario regionale da portare al vaglio dell’aula. «Perché le scelte non devono essere frutto di meri conti ragionieristici.

Le scelte puntuali andranno prese, ma solo una volta definito il quadro complessivo». Così l’assessore regionale alla salute, Riccardo Riccardi, ieri mattina ha illustrato il percorso che la giunta regionale intende seguire, ospite di un vertice convocato dal sindaco di Latisana, Daniele Galizio, alla presenza anche dei consiglieri regionali Mauro Di Bert (Progetto Fvg), Piero Mauro Zanin (Fi), Mauro Bordin e Maddalena Spagnolo (Lega) e ai capigruppo del consiglio comunale di Latisana. Era invece già uscito dall’aula (su invito del sindaco) il comitato Nascere a Latisana che attraverso la nuova presidente, Bruna De Luca, ha illustrato all’assessore Riccardi alcune richieste riferite ai servizi del dipartimento materno infantile.

Nella sua analisi il vicegovernatore della Regione ha posto l’accento su alcuni aspetti che non possono non essere tenuti in considerazione in una probabile revisione, come l’aver accorpato in un’unica Azienda sanitaria la Bassa Friulana e l’Isontino e la posizione geografica dell’ospedale di Latisana, zona di confine con il Veneto, al servizio delle spiagge e di passaggio dell’A4 con le problematiche legate al cantiere della terzia corsia. Ieri non c’erano i rappresentanti delle forze politiche regionali dell’opposizione che il sindaco di Latisana non ha invitato all’incontro.

Questa scelta ha lasciato «basito e deluso» il consigliere del Movimento 5 Stelle, Andrea Ussai che in una nota rimarca come il destino dell’ospedale di Latisana sia sempre stato un tema caro al M5s. È infatti già pronta un’interpellanza per sapere quando ci sarà la riapertura della punto nascita e del reparto di pediatria, «eventualmente – suggerisce – anche attraverso l’istituzione di un punto nascita del mare in comune con il Veneto». In un primo momento all’incontro non erano stati invitati nemmeno i rappresentanti delle forze politiche del consiglio di Latisana. Solo dopo la presa di posizione dell’assemblea, giovedì sera, la partecipazione è stata estesa ai capigruppo.

FONTE: MessaggeroVeneto - 08 Luglio 2018
LEGGI anche: vertice sulla sanita ma solo per pochi l'opposizione insorge - MV. 06-Luglio-2018


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 09/07/2018 @ 00:47  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina
 
Comunicazioni in evidenza !
 
Slideshow notice Events
  • slide-salvini.jpg

    Manifestazione a Roma 08 dicembre 2018

  • Virgo-Fidelis.jpg

    Virgo Fidelis patrona dei Carabinieri

  • 2X1000.jpg
  • tesseramento-online.jpg

    Tesseramento online sostieni la LegaNord

 
Per Contattarci
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 3

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimo online:  Anonimo online: 1

Visite totali Visite totali: 152260  

Ip: 54.91.203.233

NewsLetters
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, puoi iscriverti alla nostra Newsletter.
Captcha
Ricopia il codice :
Translation Site
Calendario Eventi
Sondaggio
Un tuo voto al Sito
 
Eccelente
Discreto
passabile
Bho..
Risultati
Webmaster - Infos
Visite

 152260 visitatori

 1 visitatore online

Ricerca



^ Torna in alto ^